venerdì 28 dicembre 2012

First MOLIX Eging Contest


Sino ad oggi è capitato di parlare di Molix tra le pagine di questo blog ed ogni volta che ne scriviamo appuriamo che nel frattempo il marchio del tutto italiano proveniente dal bassfishing ha compiuto nuovi progressi consolidando ed ampliando sempre più lo spazio di mercato conquistato nella pesca in mare. 
Ne abbiamo scritto quando al FIPO dello scorso febbraio era presente con uno degli stand migliori di tutta la manifestazione, abbiamo qualche volta parlato dei prodotti innovativi che di volta in volta avevano attirato la nostra attenzione, del encomio ricevuto all'Efttex 2012 nella sezione Best Soft Lure per la Molix Frog.
Oggi possiamo dire che rappresenta uno dei pochissimi marchi entrati, con i propri prodotti tutti italiani, nel paese che rappresenta la cattedrale della pesca sportiva, il Giappone.


Oggi non parliamo di successi nè di novità (che ci sono e ne parleremo prestissimo)  ma solo di una iniziativa di cui Molix è sponsor, un contest dedicato al'Eging ed aperto a chiunque sia iscritto da una secolo o da un giorno al forum MercatinoDellaPesca.com e che ci vedrà come co-sponsor, nel nostro piccolo. 


Il bottino, come vedete dalla foto sopra, è davvero ghiotto per cui buon divertimento a tutti.. 


Il Regolamento è già disponibile nella sezione apposita del MercatinoDellaPesca per cui non ci resta che invitarvi a dargli una guardata partecipando in decine di migliaia  e ringraziare Molix e Vincenzo Muscolo per aver accettato la nostra proposta..


lunedì 24 dicembre 2012

Fishy Xmas Bad Boys

Eccoci al natale carissimi amici e anche quest'anno ci siamo, la terrificante settimana natalizia è all'apice e magari ci scappa anche qualche bella uscita in scogliera in solitaria ad annusare il sale (perché ormai più di quello non faccio) il 2012 è alla fine e tirando le somme è stato un annetto non tanto simpatico credo per tutti, ma comunque sia noi ci siamo stati e anche se con qualche difficoltà questo spazio abbiamo cercato di curarlo, per noi e per tutti quelli che hanno piacere di seguirci e anche quelli che seguono così, solo per credersi migliori. 
Vi auguro a tutti un felice Natale e che il 2013 sia bello e prospero
Vi auguro di poter avere tempo per le vostre passioni e l'entusiasmo che non deve mancare mai, 
Grazie di Cuore a tutti voi, a quelli vicini e a quelli Lontani
Grazie sempre e prima di tutti a Francesco TMF e a Santiago e Mauro di cui spero di mostrarvi tanto e di più
Ciao a Tutti 


Feliz Navid 
Merry Xmas 
皆さんが素敵なクリスマスを迎えられるよう心からお祈りしています。
Joyeux noel e bonnes fete
Fröhliche Weihnachten
Noeliniz Ve Yeni Yiliniz Kutlu Olsun
i hope that the next year can be the best and the more fishy year for you and for us, we will thanks you everytime for your support, thanks my friend very very thanks 

Rusty 

venerdì 21 dicembre 2012

The StickBait DUO, the doomsday lure!

Siamo in prospettiva di fine del mondo, l'apocalisse dovrebbe essere solo questione di ore, se i Maya avessero ragione ahimé ci sarebbe poco da fare, ma il mal comune si dice sia mezzo gaudio, pensate al parlamento italiano che brucia e vedrete che anche l'idea di una pioggia di meteoriti potrebbe allietarvi la serata, se invece non dovesse succedere nulla ci toccherà vedere ancora i nostri buffoni politici in tv, ma almeno possiamo attendere con curiosità che il progetto del nuovo stickbait by DUO prenda totalmente forma, finalmente è in lavorazione un esca topwater marina di dimensioni interessanti, si parla di due versioni di taglia generosa, ma ancora nulla è sicuro, anche se qualche foto è già stata mostrata in giro per la rete tramite la pagina Ufficiale DUO , noi abbiamo comunque diverse foto da mostrarvi in anteprima 



L'esca che al momento è in fase di test on water nelle acque giapponesi tramite le mani ormai palmate del Tester DUO  Jerremy Akiyama presenta il classico design by Adachi Design


oltre a un armatura interna che permette di destinare questo stick anche a prede potenti 


per avere le dimensioni precise bisognerà aspettare anche un po' di tempo anche se si dovrebbe essere sui 140 per la versione piccola e sui 180mm per la versione più grande ma eventuali altre taglie e i pesi specifici non sono ancora state decise , ma DUO promette "grosse" novità per la pesca in SW e a noi non resta che aspettare, sempre Maya permettendo ovviamente.....


spero che questa ultima novità in anteprima vi sia piaciuta e speriamo in un 2013 ancora più hot and cool e grazie a tutti per il supporto..


Thanks to Bakos San :)

giovedì 20 dicembre 2012

The Fishing TornadO!

Sapere che certi eventi esistono in natura non può che scaldare un povero e sfigato pescatore del mare nostrum, certe visioni rendono la vita meno dura....


mercoledì 19 dicembre 2012

the Angler's Utopia=APIA

No News No Lures sarebbe da dire negli ultimi tempi, le novità latitano, il mercato prende fiato, solo il nanolure resiste alla crisi (parolademerda NdR), per i cacciatori di news la vita sta procedendo molto più tranquilla, si sbircia qua e là, difficilmente ci si esalta, oggi per esempio ho visto questi nuovi Metal Jig made by Apia Spartas  un marchio come tanti non molto conosciuto nel nostro paese, ma ben presente da diversi anni in quello Nippon,  disponibile in due versioni la mini che parte dai 3grammi perfetto per il rockfishing o per chi vuole degli orecchini un po' diversi fino ai 10grammi, niente di originale ma non proprio facile essere innovativi in questo campo, carine le colorazioni


per gli amanti delle pesce più ordinarie o diciamo normali esiste la versione Premium 
nelle misure 20g,30,30 e 60g per tutti quelli che non ferrano solo bavose (si spera) colorazioni non male ma forma che a me sinceramente ricorda qualche famoso Jig in commercio da diverso tempo, voi che dite?



Probabilmente l'unico artificiale che mi ha incuriosito tra quelle visti su questo sito è questo minnow dalla paletta molto inclinata e dal corpo tozzo che si chiama Bagration, che a parte un nome orribile presenta una forma interessante e delle belle colorazioni, il fatto di essere disegnata dal famoso Red Nakamura che di artificiali particolari sembra intendersene gioca sicuramente a favore, 80mm per 13grammi 

se volete vedere che genere di movimento ha codesto artificiale basta guardarsi questo video dove si vede il fashion angler Red 




O'stickkker on Nemo Car

Quarta versione delle nostro spam adesivi, tra il vario inquinamento visivo che stiamo cercando di promuovere, la foto che ho ricevuto dall'amico Cebolittas from Napoli è sicuramente tra le più belle viste, vedere marchiato il sedere del originale Fiat Nemo colorazione Nemo del nostro amico non ha veramente prezzo, oltretutto di fronte al mare 



grazie mille e complimenti per il colore veramente originale


avanti il prossimo...! 



lunedì 17 dicembre 2012

Angus Drummond: One life for two passions


Ci rendiamo conto di quanto studio ed esperienza ci siano dietro alcune cose che spesso diamo per scontate solo quando proviamo, convinti che sia semplice farlo, a realizzarne di simili. Ci siamo mai domandati se saremmo in grado, con tutti i migliori gli strumenti a disposizione, di scattare foto anche lontanamente paragonabili a quelle pubblicate sulle riviste specialistiche del nostro settore? 
Io si.. Io ero convinto che fosse semplice farlo.. 


Pensavo che in un dato posto ed in un dato momento chiunque avrebbe saputo partorire scatti indimenticabili. Non vi dico la delusione quando, dopo aver acquistato la mia prima (ed attualmente unica) reflex, una Nikon D90, scoprii che le foto venivano soltanto un pò meglio e non spettacolari come mi aspettavo.. Eppure avevo acquistato una delle migliori consumer che il mercato della fotografia digitale offriva.. Bhè.. Come in tutto, come nel lavoro, nella pesca, nello sport è lo studio e la dedizione che fanno il risultato e nient'altro.


Dietro una splendida foto c'è quasi sempre un bravissimo fotografo in grado di interpretare l'ambiente, la luce che lo inonda e lo riempie, l'atmosfera che emana o quella che potrebbe emanare, c'è molto spesso un lungo studio, un'attesa del momento esatto..



Era tantissimo tempo che non scrivevo un post che raccontasse di fotografia e dall'ultimo ad oggi ho scattato con la mia reflex migliaia di foto cercando di poter essere fiero di almeno una di esse senza esserci ancora  riuscito. Nel frattempo però ho continuato a sbirciare sul web cercando chi invece quel livello lo ha già raggiunto e questa è la vota di un grandissimo fotografo pescatore, Angus Drummond.


  
Angus, come dicevo, è un pescatore innanzitutto, uno di quelli che, educato a vivere all'aperto sin da piccolissimo e vivendo su un canale inglese, ha iniziato a pescare a soli sei anni. A soli 14 i primi lanci a mosca con la madre e poi il trasferimento negli Stati Uniti, in Colorado hanno fatto sì che in pochissimo tempo diventasse un'ottima guida per i moschisti statunitensi. 


Avere il padre appassionato fotografo e bird-watcher lo ha introdotto alla fotografia delineando il percorso che inevitabilmente si sarebbe steso nel tempo unendo quest'ultima alla più vecchia passione per la pesca ed all'amore per gli spazi aperti. 



Da allora ad oggi Angus ha pubblicato su moltissime riviste cartacee e telematiche i propri splendidi scatti, American Angler, Southwest Fly Fishing, Catch Magazine, Fly Fisherman and Outside Magazine, e le sue foto sono state inserite in alcuni testi didattici di pesca a mosca “Sight Fishing For Trout” o “Colorado’s Best Fly Fishing” di Landon Mayer o “Trout Lessons” di Ed Engle oltre che aver ampliato la propria passione estendendola alla fotografia subacquea macro, un altro infinito universo tutto sa scoprire immersione dopo immersione.


Oggi vive a Colorado Springs con la moglie che lui definisce "molto comprensiva" e i figli, cercando di fermare con le proprie macchine i paesaggi mozzafiato che quel territorio splendido quotidianamente gli offre. Il suo sito splendido Angus Drummond.com dà l'opportunità di acquistare alcuni dei suoi scatti o di prenotare via email una vacanza esclusivamente di pesca a mosca con l'ausilio della sua esperienza e della sua guida da trascorrere vagabondando nella parte orientale delle Rocky Mountains o girando in zattera per la Gunnison Gorge..

Di certo una vacanza in cui non mancheranno le splendide foto a fermarne i ricordi..


venerdì 14 dicembre 2012

OneFishOneFace

Oggi girando tra le mie varie "edicole online" ho trovato un post del amico Nicolas di 24leurres  su Ted Sabarese un fotografo americano molto molto creativo che tra le tante opere mostra una serie di scatti che "denunciano" certe somiglianze o magari si potrebbe dire, che siamo quello che mangiamo? 



per vedere il resto della gallery

Moneyfi$h



dal sempre grande Moldy

sabato 8 dicembre 2012

Pimp Your Reel!

Abel Reel non ha bisogno di grandi presentazioni, visto che rappresenta una istituzione nel mondo del FlyFishing, basti pensare che nel 2013 questo marchio  festeggerà  il 25° anniversario, per questa ricorrenza sono state create delle fantastiche livree con cui vestire i mitici modelli, si va dalle più naturali livree delle prede più ambite, al camo o alle opere di artisti come Derek DeYoung 


 già questo può bastare per avere un prodotto unico, quasi difficile da rischiare a pesca, ma se questo non vi basta e siete degli ossessionati del Tuning ora è possibile mischiare livree e colori in modo da poter creare qualcosa di ancora più unico, questo grazie al Reel Builder  io giocando ho creato questi due ma a scegliere la scelta è veramente troppo ampia....



Shimano a quando la possibilità di fare del sano e giusto Tuning su Stella e TwinPower! 
Grazie a Moldy per la News ;)


venerdì 7 dicembre 2012

Goretex+Primaloft=



Se avete mai avuto la fortuna di provare un capo ideato dall'americana Simms vi sarete resi conto della grande qualità che distingue questo marchio storico nato per la pesca a mosca, se forse inizialmente Simms era famosa per i suoi waders, ormai il catalogo presenta una varietà incredibile di prodotti ovviamente se pensiamo che questo è uno dei pochi brand dedicati totalmente alla pesca sportiva, possiedo una giacca e devo dire che la qualità è ai massimi livelli, grosso limite della produzione era a parer mio come in molte altre giacche dedicate alla pesca, quella di non avere un interno invernale, ma di presentarsi quasi sempre come un guscio impermeabile, questo certo può aiutare nel vestirsi a strati, come consigliano spesso gli appassionati di outdoor, certo si potrebbe poi che Simms fa pagare molto caro un sottile strato di  Goretex o aggiungere che spesso vestirsi a strati è solo molto scomodo per mia opinione personale, sarà che non sono l'unico a pensarla in questo modo o più facilmente una grande azienda come Simms cerca solo di far più soldi possibili, ma ecco che è da quest'anno è disponibile un capo molto più completo delle classiche giacche da pesca, a essere sinceri non ci voleva un genio a pensarlo ma sarà che non era disponibile una giacca che avesse un esterno in goretex e un'interno in fantastico primaloft, quest'ultimo materiale per me rappresenta veramente una delle più belle scoperte degli ultimi anni e di cui avevo già parlato qua , il tutto con la qualità e il taglio da fishing fighetta tipico di questo brand e che a me piace assai, fishing dandy, non vecchie cerate o o magliette tamarre in Miami Fishing Style con livree di pesci , il prezzo ovviamente sempre molto alto, sul sito Simms si suggerisce 280 dollari e cercando si può trovare negli States , in Italia invece sarebbe solo utopia, sarà per questo che non ho mai comprato Simms in Italy 





Jumprize Baby Rowdy 95S

A quasi un'anno dall'esordio sul mercato Jumprize questa piccolissima anzi mono produttrice azienda Giapponese rilascia il fratellino piccolo del Rowdy 130F (di fatto l'unica esca in catalogo)

grazie a dio non stiamo parlando di un esca nell'ordine dei 5 grammi ma di un simil darter  da 95mm molto compatto con azione sinking e un peso di 16 grammi, esca che come il fratello maggiore sarà molto difficile da trovare nei nostri negozi ma il bello il più delle volte per i fetish lure fanatic è proprio questo, chi possiede il 130 alzi la mano.....






giovedì 6 dicembre 2012

Intanto nella Tokyo Bay......



Non sono tantissimi i desideri che vorrei avverare nella mia vita da pescatore sportivo e nella mia personale top 5 Dreams anzi forse anche nei primi tre del podio è una settimana di pesca intensiva in Giappone in compagnia di Angler Super Tecnologici, spigole incazzate e shopping ossessivo-compulsivo tra i negozi normalmente visitati solo online....
Sogno di sentire con le mie orecchie gli urletti dei Pro-ANgler alla ferrata, Sogno di mettere le mani nelle loro tackleBox, Sogno di vedere la baia di Tokyo di notte da una barca... Ci penso spesso e spero presto di togliermi questa voglia, il massimo sarebbe andare a girare un bel documentario e chissà. Tempo fa ho avuto occasione di parlare con Aki Mori un pescatore professionista, l'anno scorso ci siamo scambiati svariate mail e la voglia si è fatta sempre più grande, oggi anche se è diverso tempo che non sento Capt Aki ho visto questo video e l'ossessione si è fatta sempre più forte, se volete farvi un idea questo è il sito di FishTokyo il sito appunto di Mori San 


chi viene ? 

Flymage December2012

Fuori nelle edicole virtuali anche il nuovo numero di Flymage la rivista made in Spain per i fanatici della pesca con la coda di topo, vi conviene leggerlo perché potrebbe essere l'ultimo numero se mai i Maya avessero ragione....




DeepWaterCay







Jackson Pygmy Box another F****** Micro Lure

Jackson Jp ha rilasciato da poco sul mercato l'ennesimo nano lure, il Pygmy Box, una specie di micro darter dalle misure molto contenute, parliamo di tre misure diverse 39mm x 3,6 grammi 48mm per 3.9gr e 39mm per 3.8gr..


niente di eccezionale si potrebbe dire, anche se ormai si dovrebbe essere assuefatti da questo genere di esche che a me sinceramente quasi quasi irritano, capisco perfettamente che ci sia gente  a cui piace pescare a rockfishing o LRF o come volete chiamarlo voi d'altronde la natura umana presenta qualunque genere di perversione , anche io a volte anche se non in modo estremo mi diverto a prendere perchie e altri pesci da roccia, ma in tutti i casi quando  questo succede è solamente per ripiego, non andrei mai a lanciare in modo convinto su "esplosive" donzelle perché dopo 10 minuti la pratica del rockfishing "convinto" mi manda in depressione, non riesco a concentrarmi su fili sottili e su gomma che non sia dai 4 pollici in su. Credo che se prendere spigole e grassi barracuda fosse all'ordine del giorno e diffuso in ogni luogo d'Italia questa pratica sarebbe ben che rimasta in Sol Levante, se devo pescare ultralight provo a lanciare a mosca almeno mi concentro sul lancio e non sul ferrare pesci d'acquario, poi magari qualcuno è veramente un "convinto" del RockFishing ma è anche vero che ognuno ha la sua croce :) io ho preferito pescare con gli artificiali per pochi motivi e tra questi c'era pochi ma buoni e questi intesi come strike, il fritto misto l'ho abbandonato tanti anni fa.. eccezione per i sugarelli che questi si mi fanno divertire... 
Ps Niente a che dire sulla Jackson Lures che rimane per me una delle più belle e interessanti aziende al mondo, ma andare a controllare il loro sito nell'attesa del ormai mitologico Artist 180  e trovarsi l'ennesimo caccola lure mi ha lasciato l'amaro in bocca...


Rusty Sempre più Polemico...... 

I Stick You Stick We Stickers!!!! Vol.02

Again on Stick,  questo scatto è arrivato dal PortoGallo grazie a Rodrigo Zacarias!!! 


The Scale Strike Again




Con quasi una settimana di ritardo oggi mi sono gustato con molto piacere e totalmente A Gratis il nuovo numero di Scale come sempre bello e sempre più unico in un panorama di tristissima scelta di riviste italiotte e non.....





FOllow Us Stalk Us .......

Se avete piacere di seguirci, se avete piacere di importunarci, se non riuscite a fare a meno di tweet and facebook, ricordatevi di cliccare su Mi Piace della nostra pagina ufficiale Official Stalk Page! mentre anche noi come il Sua Santità abbiamo un account sull'uccello Twitter 


lunedì 3 dicembre 2012

Sale alla Testa?


Il Sale ha effetti collaterali? Credo di si, ho conosciuto diversi pescatori un po' fuori dalle righe, altri stravaganti, altri ancora solamente pazzi, quindi credo sia possibile che inalare iodio e sale può avere strani effetti..
Questo ho pensato dopo aver visionato questo video che mi ha girato il mitico anzi mitologico EP noto balens, non conosco l'autore di questo rap ma sono rimasto senza parole per il beat e per le rime veramente originali, peccato che le foto che accompagnano la musica siano a mio parere brutte e tristi ma questo é una mia opinione.... Comunque sia complimenti per l'idea originale




giovedì 29 novembre 2012

Accurate Reels: the Boss of bosses

Da tanto ho in progetto di scrivere questo post.. Tantissimo.. E’ una di quelle cose che siamo certi faremo ma che rimandiamo sempre per la paura di non avere il tempo e la concentrazione indispensabili a farle bene.. Finalmente il tempo è arrivato  ed è ora di parlare un po’ di un prodotto che non arriva dal Giappone, come la stragrande maggioranza di quelli che utilizziamo a pesca, ma dagli States.
La sto tirando un po’ lunga, mi rendo conto ma per me è un po’ come presentare una star ad un galà internazionale, una di quelle che nessuno si aspetterebbe di trovarvi e che con la loro presenza danno lustro a tutta la manifestazione..
Ladies and Gentlemen, Mesdames et Messieurs, Panie i Panowie (come si sentiva in un vecchio disco di Guccini), Signore e Signori…
The BOSS!!



Nella nostra brevissima e poco remunerativa carriera di pescatori sportivi abbiamo visto passare per le nostre mani decine e decine di attrezzi.. Abbiamo speso decine di migliaia di euro in canne, artificiali e mulinelli, abbiamo trepidato sino al momento di vedere in prova i nostri acquisti ed abbiamo deciso se ci avrebbero accompagnato o no per il resto della nostra carriera..
Come dire “ne abbiamo fatta passare di treccia dentro gli archetti” e di cazzate ne abbiamo combinate tante.. Acquisti avventati fatti sull’onda della moda o dell'estetica, scelte dettate da fattori del tutto aleatori, acquisti di oggetti poco funzionali o inidonei allo scopo cui erano destinati.. 



Ci siamo fermati spesso a riflettere su quanto questa passione ci sia costata e ci costi quotidianamente, su quanto avremmo potuto evitare, quanto con il senno di oggi non avremmo mai acquistato e, devo dire, che ci troviamo quasi sempre abbastanza d’accordo.. Su una cosa però il nostro giudizio è del tutto sovrapponibile ed uno solo credo sia l’acquisto che ripeteremmo all’infinito e che rifaremmo istantaneamente se fosse necessario (per come abbiamo già fatto in alcuni casi) un mulinello ACCURATE..


Per uno spinner salso, di quelli che hanno sempre visto il rotante come l’uomo nero da evitare quasi a tutti i costi, uno di quelli non abituati alla sensibilità indispensabile ai bassisti, per uno che si trova sempre o quasi ad affrontare la furia degli elementi ed il vento sferzante, è difficile pensare di potersi accostare all’uso di un mulinello rotante.. E non mi faccio vergogna nel dire che io per primo non credevo di poter essere in grado di utilizzarlo.. Mi vedevo, nel migliore dei miei incubi, avvolto da parrucche indistricabili  a perdere goffamente il pesce della vita.. Mi immaginavo smarrito senza il mio rassicurante archetto ed il mio avvolgimento a spire incrociate..
Poi accadde ed un giorno, dopo aver pescato a lungo con la mia canna da light vertical ed il mio Stella SW ad inchiku, mi trovai a provare la configurazione dell’amico che ci ospitava e fu amore a prima vista.. Mi trovai in meno di una settimana profondamente riconfigurato a calare i miei inchiku e nonostante i decenni trascorsi ad aprire e chiudere archetti non ho avvertito altro che miglioramenti.. Cercherò pertanto di condividerli non per convincere nessuno, non mi interessa e non me ne torna nulla, ma per cercare di dissipare quel mostro nero del pregiudizio che ancora sento nelle parole di alcuni amici pescatori..



Fu così che nel mezzo del cammin di nostra vita incontrammo Accurate.. 
L'azienda che oggi produce alcuni tra i migliori mulinelli del mondo è americana nonostante il nome del fondatore, Michael De Marco tradisca delle radici chiarissime.. Figlia di una più vecchia specializzata nel settore dei motori a turbina (per questo il jet nella homepage) e della tornitura, è nata ad inizio anni '90 ereditando gli altissimi standard di qualità derivanti dal comparto in cui operava la consorella. Macchinari a controllo numerico e laser venivano utilizzati nella produzione dei rotanti quando ancora in tutto il resto del mondo, nello stesso settore, si lavorava esclusivamente a mano. Questi stessi standard di qualità elevatissimi, i livelli di collaudo e controllo e l'approccio alla lavorazione così tecnici hanno fatto si che negli ultimi venti anni che Accurate Reels mercato americano fosse inteso come sinonimo di qualità e robustezza associati alla pesca sportiva. 

Ma andiamo invece alle impressioni che negli ultimi tre anni ne abbiamo ricavato noi utilizzandoli settimanalmente e costringendoli a decine di migliaia di chilometri di recupero.. Mi piacerebbe poter parlare di tutti i modelli ma quelli che utilizziamo noi sono due soltanto, il BX400N ed il BX500N pur avendo posseduto ed utilizzato anche alcuni  BX500XN. 
Il fatto che siano prodotti anche con manovella a sinistra ha di certo ridotto il muro della difficoltà ad abituarsi al loro utilizzo.. I due gioiellini in questione interamente in alluminio, risultano leggerissimi, dotati del sistema di freno Twin Drag brevettato da Accurate che utilizza entrambi i lati della bobina per la frenatura della stessa evitando squilibri sull'asse centrale che a lungo andare producono il disallineamento della bobina stessa. 
La sensazione che se ne ha in pesca è la stessa che deriva dal girare un fisso di altissima fascia, massima fluidità e leggerezza accoppiati ad una grande sensazione di forza e robustezza oltre che una raddoppiata sensibilità sull'artificiale. 
La frizione è estremamente precisa e progressiva e consente tre diverse posizioni, sblocco, pesca e strike. Durante il combattimento, se tarata bene, risulta estremamente maneggevole e con "combattimento" non mi riferisco a dentici e pesci di fondo ma a sua Maestà il Tonno Rosso ed al suo collega il Pesce Spada che spesso, per la nostra delizia, hanno messo a dura prova tutta l'attrezzatura. Noi li abbiamo montati su canne Major Craft, Off Blow e Crostage e troviamo l'accoppiata quanto di più simbiotico i progettisti di due diversi continenti potessero produrre. Come se gli ingegneri americani avessero realizzato un mulinello appositamente per quelle canne e viceversa. Sinceramente non credo che sia facile trovare mulinelli di questa taglia, perfetti per entrare nel palmo della mano, in grado di resistere alle fughe a tutto gas di un Tonno o a quelle folli e sconclusionate di uno Spada. 



Ricordo che parliamo di un piccolo, piccolissimo mulinello, e non di un attrezzo da traina, di un oggetto che pesa appena 500 gr. e che abbiamo sentito diventare bollente per l'attrito, montato su canne light da 120-160 gr che non hanno mostrato alcuna sofferenza. 
La meccanica è estremamente semplice. Appena lo si smonta però si ha ben chiara la robustezza delle singole parti e si comprende quanta esperienza  e cura siano state infuse nella progettazione e nella realizzazione.
Manca del guidafilo, cosa che nei fatti rappresenta un vantaggio quando, come noi, si pesca con trecce molto sottili, tra le 15 lb. e le 20 lb. che strusciando sullo stesso ne ricaverebbero un'usura più veloce.. La bobina Narrow (molto stretta) sopperisce perfettamente a questa mancanza per i meno esperti consentendo una disposizione della treccia quasi sempre perfetta al suo interno.



Li abbiamo stressati tantissimo, li abbiamo fatti lavorare in condizioni estreme, a temperature altissime sotto i sole siciliano d'agosto con combattimenti lunghi e violenti ed a temperature bassissime in mezzo a nebbia ed umido e mai un problema da lubrificazione o scorrevolezza.
Non entro nel merito delle caratteristiche tecniche perchè sono disponibili online nel sito di ACCURATE FISHING o ne troverete ampia descrizione nel BLOG Accurate  ad esso collegato e preferisco rimanere sulla nostra diretta esperienza personale maturata per mare in questi ultimi tre anni perchè è utilizzando un oggetto che si ha una chiara percezione di quali siano i suoi limiti, ancora non trovati, o le sue peculiarità..
Il marchio, in Italia, è distribuito dall'amico Francesco, proprietario della Diehardfishing, che offre oltre a tutta una serie di prodotti di altissima qualità anche un servizio post-vendita di assistenza tecnica impeccabile che posso tranquillamente definire migliore di quello offerto dalle grandi multinazionali del mulinello.. 



Sono un criticone per natura, uno di quelli che si attacca al pelo nell'uovo, convinto che il rispetto nei confronti dell'acquirente e la soddisfazione del cliente siano fondamentali più degli acquisti stessi, uno che cambia senza pensarci appena riceve il primo sgarro o tradimento in ogni aspetto della vita ma, per quanto abbia provato a trovarci qualche difetto accostandomi anche ad altri marchi meno esotici sperando in un'alternativa, devo ammettere con piacere che questo è senza dubbio il migliore acquisto che io abbia mai fatto..