lunedì 20 dicembre 2010

Winter Gloves Vol.1

Ormai la tecnologia ha fatto passi da gigante per quanto riguarda l'abbigliamento specifico della pesca, materiali molto sofisticati e prodotti presi in prestito dal mondo dell'industria militare ci accompagnano nelle nostre uscite in situazioni estreme, la pioggia, il caldo sono problemi che in qualche modo al giorno d'oggi si possono affrontare senza dover uscire di casa con 50 kg di tessuti vari addosso, ma l'anello debole in tutto questo rimane sempre il modo di come coprire in modo adeguato le mani, che in una tecnica come quella della pesca a mosca e dello spinning devono sempre essere abbastanza libere, sia per poter avere un controllo corretto in fase di lancio, sia per dover cambiare artificiale o dover serrare nodi. Tra i tanti prodotti presenti sul mercato possiamo trovare fondamentalmente due tipologie di guanti, quelli che coprono totalmente la mano, dita comprese e quelli che lasciano indici e pollici liberi, i primi hanno lo svantaggio di non lasciare abbastanza sensibilità in fasi delicate come quelle del lancio, gli altri ovviamente presentano il problema di possibili amputazioni di falangi e in casi più comuni e meno esagerate un gran freddo e relativa perdita di sensibilità. Comunque la si rigiri il problema in tutte e due i casi è simile e sembra senza soluzione se non quella di scendere a compromessi.Oggi su FishingFury ho trovato la recensione di questo paio di guanti che sembrano molto interessanti e che forse potrebbero risolvere questo fastidioso problema, prodotti dalla Glacieroutdoor azienda Americana specializzata nella produzione di guanti, che produce tra l'altro parte dell'equipaggiamento  per corpi speciali come i Navy Seals, U.S. Coast Guard e fornisce anche le spedizioni antartiche, ha in catalogo anche una vasta selezione per il mondo della pesca sportiva, i guanti in questione si chiamano Pro Angler Glove 


 sono fatti di neoprene spesso 2 mm con la possibilità comoda e geniale di poter sfilare in modo veloce indice e pollice solo quando se ne ha la necessità e di poterli coprire nuovamente appena sono finiti i lavori di fino, quelli per cui abbiamo bisogno di usare la mano nuda anzi le dita. Non male per farsi l'ennesimo regalo di Natale.



Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento